Un libro di fotografie

In questi giorni fa quasi fresco e l’umidità è più bassa del solito. Da domani si ritorna alla “solita” estate di Kyoto, umida e torrida. Abbiamo respirato per due giorni, niente male per quest’anno.

Tra i tanti fatti che mi sono accaduti in questi giorni, a parte la stanchezza che va e viene, ho ricevuto due libretti di fotografie. Il primo mi è stato regalato da Shiho san per sugellare il futari-ten del maggio scorso e anche come regalo di compleanno. È stata una sorpresa anche se devo scrivere più sorpresa che bella sorpresa e non so perché. Mi ha preso alla sprovvista? In giapponese si dice “suki ari”. Gelosia perché lei ha pensato a questo libretto che avevamo intenzione di fare dopo la mostra? Rabbia per non averci pensato prima io?

L’altro libretto mi è stato regalato da una studentessa. L’autrice si chiama Katsu Megumi, è giapponese e a Hanoi, in Vietnam dove lavora per una rivista come redattrice e come passione fotografa il paese. Non la conosco direttamente ma le ho scritto comunque le mie impressioni sul libretto ricevuto. Questa non è stata una sorpresa perché la mia studentessa mi aveva promesso di portarmelo ma è stato un piacere leggerlo e guardarne le foto e più ancora scrivere le mie impressioni. Questa volta più che gelosia, l’ho preso come un regalo per spronarmi ad andare avanti con la fotografia e cercare di raggiungere più persone possibili.

Domani ci saranno le elezioni ma ne io ne Elena possiamo votare così abbiamo deciso di fare colazione in un cafè del centro e poi di andare a comprare il mio regalo di compleanno da Benetton. Chissà quante foto riuscirò a fare.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *