Raffreddori e ricoveri ospedalieri

E dire che proprio in questa stagione gli alberi sembrano infiammarsi. I colori delle foglie sono molto intensi sembra quasi lo facciano apposta. E non ho ancora fatto nessuna (quasi) fotografia.

Elena questo sabato darà un esame di ammissione e si è presa il raffreddore. Adesso che è quasi guarita l’ho preso anch’io e per rendere la vita più bella e spensierata, ci si è messa pure che si è fatta portare in ospedale e starà lì ricoverata per alcuni giorni. Però la vita è bella e ci sono molte soddisfazioni.

Elena ha portato a casa una bella pagella e si vede che il suo studio sta migliorando. Alcune studentesse finalmente soono riuscite a dire la propria opinione su una scena di un film italiano e lo hanno fatto le proprie parole, gioia immensa e importante momento nella loro pratica di lingua italiana. Questo anno passato a vedere e a cercare di capire le scene dei film sta dando i suoi frutti, nonostante l’autunno.

In questi giorni lo scambio di messaggi mail al telefonino con un amico quasi fotografo che abita a Tokyo si sono intensificati. Sta imparando a stampare con la pellicola in bianco e nero perché in un futuro vicino vuole vendere le sue foto. Anche lui non ne prende più tante dopo che ha comprato una 6×6. L’uso della pellicola può fare questo effetto. Spero di incontrarlo questa domenica tra un raffreddore e un mal di gola accompagnato da qualche test universitario.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *