Alla liuteria di Takashi

Oggi avevo tutta la giornata libera così nella mattina sono andato, per la terza volta, da un mio amico liutaio che ha aperto il suo laboratorio circa un anno fa. Erano mesi che non ci andavo.

Il mio intento era di prendere foto per fare pratica, per fargli un regalo per il suo sito e anche per fare alcune chiacchiere con lui. Ho anche conosciuto sua moglie, si sono sposati da poco.

Come al solito è stato divertente e gli ho promesso di fare alcune foto dei suo violini la prossima volta che ci vado. Il problema è che la luce li proprio non va bene e le foto che voglio fare sono un po’ speciali. Tipo catalogo ma un po’ più con “carattere”. Non so ancora dove farle e mi sa che farò prima un po’ di pratica a casa.

Abbiamo parlato di violini e del mercato. Dei nuovi liutai, giovani liutai, che venogno Cremona dopo anni di esprienza e vogliono cercare o creare una fetta del proprio mercato. Non è facile ma si stanno impegnando. Gli ho anche detto che vorrei smontare un violino e poi rimontarlo e lui:” su Yahoo auction ce ne sono tanti da uno yen. Se vuoi solo smontarlo allora anche uno economico va benissimo”. Così ho cercato e ho trovato alcuni violini “da buttare”. Vediamo se riesco a comprarne uno in settimana.

Mia figlia sembra molto curiosa e mi ha detto che vorrebbe anche un violoncello …

Intanto la nuova-usata cheki è arrivata. Mancano le batterie ma spero che funzioni. Mia figlia mi ha detto che era meglio se ne compravo una di nuova ma … intanto c’è.

Posted in fotografie, Liuterie | Tagged , , | Leave a comment

Finire il proprio lavoro

Questa volta sono riuscito, in tempo record, a finire il lavoro fotografico fatto due giorni fa. Ho comprato, noleggiato??, il pacchetto Photoshop e Lightroom. Ho provato a usare il primo ma per questo tipo di lavoro il secondo è molto più veloce e intuitivo. Inoltre le foot vengono meglio, cioè le posso rendere più nitide che con il software che usavo in passato, un Corel Photopaint del 2002. Il mondo è cambiato.

Alcune ore fa ho spedito il cd con una lettera di ringraziamento e spero che la cantante sia contenta. Mi pagherà ma non so ancora quanto. Non importa, per il momento. Ho passato una domencia a fotografarla e prendere un video e un po’ alla volta sto imparando a capire il momento migliore, cioè le posizioni che poi potrà usare per gli opuscoli.

Oggi avrei dovuto andare alla riunione mensile del circolo ma ho preferito stare a casa. Domenica ho lavorato e ieri sono andato a Nagahama. Fisicamente sto bene ma cerco di ascoltare i messaggi del corpo e … questa volta, mentre ero in piscina, ho capito che era meglio stare a casa e finire quello che dovevo finire.

Ho “ordinato” un’altra Cheki tramite Yahoo Auction. Ho fatto il pagamento e spero che arrivi in settimana. Voglio continuare a fare foto e conegnarle subito agli interessati. Non si tratta di foto da “professionisti” ma più una specie di condivisione di un attimo passato insieme.

Questa mattina sono andato a fare colazione con Elena in un cafè vicino a casa. Continuiamo a provare i cafè per vedere quali ci piacciono. Quelli che piacciono a me speso non piacciono a lei e viceversa. Quello di oggi è piaciuto ad entrambi.

Posted in Esperienze personali, fotografie | Tagged , , , , | Leave a comment

Video e foto al concerto

Oggi sono stato al concerto di una cantante di Kyoto. Mi aveva chiesto di prendere il video con concerto e di fare anche alcune foto. “Solo due o tre, non me ne servono di più, ma devono essere nitide, non come quelle che mi ha fatto avere fin’ora”.

Sono arrivato verso le undici e sono uscito alle quattro e mezza. Sono circa tre anni che la fotografo, cinque volte in tutto. È una persona simpaticissima ma quando si tratta dei suoi concerti vuole che tutti diano il massimo. Per la sua pagina web, foto, video deve affidarsi al suo staff e vuole risultati. Non usa ancora FB ma grazie al continuo insistere del suo manager forse comincerà in un futuro vicino.

Sono molti anni che canta e le sue ammiratrici purtroppo stanno raggiungendo il limite di età per andare ai suoi concerti. Ha bisogno di nuove ammiratrici e per questo forse dovrebbe aggiungere qualcosa alla sua attività extra canora.

Io continuo con la mia fotografia e con l’insegnamento dell’italiano. Mi sembra di andare più lento di una lumaca.

Martedì prossimo ci sarà la riunione del circolo di Osaka. Non ci vado da circa cinque mesi e non penso di portare foto, sono ancora indeciso.

Intanto che la cheki si è rotta ne ho ordinata un’altra usata.

Una bella notizia, Elena continua a suonare il violino, a piccoli passi, arrabbiandosi con se stessa. Però la vedo contenta. Continua anche e ovviamente a cercare lavoro e va spesso a Osaka per ascoltare le spiegazioni delle ditte e fare le interviste. Forza Elena!!!

Posted in Esperienze personali | Tagged , , | Leave a comment

Diritti d’autore per le partiture di musica classica

Giovedì scorso durante la lezione di italiano è saltato fuori il discorso dei diritti d’autore. Tra gli studenti ci sono due violinisti (di cui uno liutaio) e una clarinettista. Parlavamo delle spese dell’orchestra amatoriale e qiundi di ogni membro e ho saputo che l’orchestra deve pagare il noleggio della partitura alla Yamaha o a una società di diritti d’autore come la JASRAC. Capisco se la partitura è di un autore ancora in vita o morto meno di cinquant’anni fa, ma per i “vecchi” Beethowen e Bach?

Sono andato a documentarmi un po’ tra i diritti d’autore in Giappone ma non sono ancora riuscito a trovare qualcosa sulle partiture. Sulla musica di sottofondo e sulla riproduzione online di musica classica con il MIDI ci sono tante informazioni. Per gli spartiti invece non ho trovato ancora nulla. (ho cercato in giapponese e in italiano) …

E finalmente cercando in inglese ho capito un po’ come stanno le cose.

http://digitalcommons.osgoode.yorku.ca/cgi/viewcontent.cgi?article=1079&context=olsrps

I diritti d’autore sono scaduti da un pezzo ma le partiture che le case editrici pubblicano sono esse stesse delle “opere d’arte”, quindi coperte dai diritti d’autore.

Da quello che ho capito dalle parole dei miei studenti, le orchestre sono tenute a pagare la Yamaha o la JASRAC perché l’orchestra usa una partitura noleggiata in Giappone e stampata da una casa editrice giapponese. Forse così stanno le cose.

Pagare trenta mila yen per un’orchestra non è poi così tanto ma quando il prezzo del noleggio arriva a duecentomila yen (1740 euro circa, 1 euro=115 yen). Questa grossa spesa si accumula a quella del noleggio della sala del teatro e dei costi per il direttore d’orchestra e degli extra.

Durante la lezione ho chiesto: “Se io compro uno spartito all’estero, voi dovete pagare i diritti d’autore in Giappone?”. Mi hanno detto di no ma il costo di una partitura anche se all’estero costa cara.

Ma se questa partitura fosse stata stampata più di cento anni fa e l’avessi comprata su Ebay?

Cercherò altre informazioni e chiederò lumi a professionisti e liutai.

Posted in Esperienze personali | Tagged , , , | Leave a comment

Si è rotta

Così volendola aggiustare l’ho rotta, almeno per il momento.

Peccato perché avevo fatto molte foto di amici che mi stanno intorno.

Mi sa che ne compro una di nuova.

Posted in Esperienze personali | Tagged , | Leave a comment

Una nuova-vecchia macchina fotografica

chekiLa volevo da tempo, ma non riuscivo a decidermi di comprarla. Poi senza pensarci troppo ne ho ordinata una usata su Yahoo ed è arrivata ieri.

C’era una cartuccia con venti foto ma erano di quattordici anni fa e non funzionavano. Così nel pomeriggio sono uscito con Elena per andarne a comprare di nuove.

Per lei ieri è stata una giornata forse troppo emotiva, stressata. Sta cercando lavoro e un personale di un ufficio proprio non le va. Non è che l’atra persona sia cattiva è proprio il suo modo di parlare e di ascoltare che per mia figlia sembra troppo “violento”, non gentile.

Ho ascoltato la conversazione per telefono e l’altra persona mi è sembrata abbastanza seria ma non ricettiva quanto mia figlia volesse. Questo di “non essere capita” e di avere inorno persone che non si sforzano di ascoltare e di capire veramente sembra esserle troppo pensate.

Per questo siamo usciti e siamo andati in tre librerie per comprare due spartiti misti, canzoni per far pratica col violino. Questo le piace molto e le sembra dare anche un po’ di sollievo. La pratica è lunga, i miglioramenti sono lenti a farsi sentire ma sta andando avanti, le piace e vuole allargarsi su questo mondo della musica. Ottima direzione, cercherò di spingerla delicatamente il più possibile.

Prima di tornare a casa siamo andati in un cafè a riposarci un po’ e abbiamo provato a usare la macchina fotografica “Cheki”. A Elena e a me piace moltissimo. Mi sa che mi costerà abbastanza caro ma già imparo a controllare la luce e le ombre. Nel cafè ci siamo fatti alcune foto e sono venute fuori bene. Ci piacciono i colori e anche il formato, piccolo ma giusto giusto.

Posted in Esperienze personali | Tagged , , | Leave a comment

A cena a Nagahama

vetrinaIl tifone è passato, o meglio ha lambito il kansai e si è buttato nel Kanto. Ieri è piovuto moltissimo ma sono comunque andato a cena a Nagahama con gli studenti della classe di italiano. Abbiamo mangiato benissimo, hanno parlato tantissimo e ovviamente tutti hano passato una bellissima serata.

Erano mesi che non ci andavo perché il lunedì a Nagahama e il matredì a Kobe sono fisicamente pesanti, così durante la settimana di pausa tra un corso e l’altro ho preferito rimanere a casa a riposare. Adesso che le lezioni all’università non sono ancora cominciate ho preferito andarci e ho fatto benissimo. Al ritorno pioveva che Dio la mandava ma sono riuscito a prendere lo Shinkansen e a tornare a Kyoto prima delle unidici.

Troppo nuoto non fa bene. O almeno, troppo tempo passato a nuotare male in piscina fa sicuramente male. Ieri mi sono svegliato con il braccio sinistro addormentato. Non riusxcivo più a sentirlo. Mi è successo in passato ma non è stato persistente come ieri mattina.

Durante la giornata ho tenuto sotto controllo i muscoli e ho capito che la parte della schiena sinistra era indolenzita e avevo una leggera fitta di dolore. Ultimamente in piscina cerco di respirare girandomi anche a destra e per questo tendo troppo il braccio sinistro per cercare di stare a galla. La notte passata l’ho trascorsa bene e questa mattina mi sono svegliato meno indolenzito delle mattine precedenti. Oggi mi sono rilassato tutto il giorno e un po’ alla volta il dolore sta scemando.

Fisicamente sono diventato più forte e resistente, il peso è aumentato e con quello anche la pancetta sicuramente dovuto ai dolci che mangio ogni giorno.

Anche oggi mia figlia è andata a Osaka per cercare lavoro e anche oggi sarà stanchissima quando tornerà a casa. Finalmente posso comunicare con lei tramite Line perché ho comprato un Windows Phone sim free economicissimo. Piano piano mi sto aggiornando anch’io.

Posted in Esperienze personali | Tagged , , | Leave a comment

Al cafè giapponese con la nonna di 93 anni.

La mattina faceva abbastanza fresco e per alcune ore è piovuto molto. Sarà stata l’influenza del tifone che si sta avvicinando al paese.

Mia figlia ha pensato bene di far camminare la nonna perché si muove poco e più che camminare strascica le gambe. Mi dice sempre che è colpa dell’età ma cerco di ribattere che si tratta solo di una mancanza di esercizio. Sta a casa quasi tutto il giorno a guardare la tv e usa pochissimo il corpo. Questa passeggiata al cafè giapponese vicino a casa, una passeggiata di circa dieci minuti, le fa bene.

Anche oggi sono stato in piscina e comincio a soffrire di prurito in alcune parti delicate. Sto cercando informazioni su come alleggerirle. Al momento vado in piscina tre volte alla settimana per circa un’ora. Poco ma per il momento è il massimo che riesco a fare.

Posted in Esperienze personali | Tagged , , | Leave a comment

Giornata così così

Alla mattina sono andato a fare la lezione prova dove anche oggi non è venuto nessuno. Anzi, è venuta mia figlia e abbiamo fatto un po’ di pratica insieme. Dopo siamo andati in un cafè a bere qualcosa. Il palazzo del cafè era in passato una banca quindi il soffitto è molto alto e lo spazio tra i tavoli. Il frappè alla pesca-banana era un po’ troppo dolce ma è piaciuto a mia figlia. Lei ha ordinato un te molto aspro. Almeno abbiamo passato alcuni momenti tranquilli.

Sono stato in piscina, era una settimana che non ci andavo. Come al solito riesco a malapena a nuotare per venticinque metri ma almeno sto provando alcune tecniche “nuove”. Spero di poter aver tempo per fare più pratica durante la settimana e quasi ogni giorno durante la settimana di vacanza di agosto.

Posted in Esperienze personali | Tagged , | Leave a comment

Spossamento

Sarà la stanchezza, l’umidità, la fine di luglio, l’aumento del peso, insomma tutte le raigoni vanno bene per giustificare la spossatezza. Vitamine? Forse in futuro.

Oggi ho fatto gli esami all’università. Le ragazze sono state tutte bravissime e ne sono rimasto felice.

Alla lezione della sera abbiamo parlato di ristoranti e pizzerie e mi hanno regalato un sacco di patate. Non so perché ma qualche volta torno a casa con sacchetti di frutta o verdura.

Ho comprato un altro libro di Ikegami Akira, mi piace come scrive.

P.S. La prossima settimana vado a vedere una mostra di Dalì.

Posted in Esperienze personali | Tagged | Leave a comment