Lunedì di festa

Ieri sono andato a nuotare per una trentina di minuti nella piscina vicino a casa mia. È stata una bella esperienza e ho capito che per fare trecento metri nuotando impego ancora troppa forza fisica. Cento di fushiuki (tuffi??), cento con la tavoletta e le gambe, cento con la tavoletta e i dorsolotti a stile libero.

Ieri sera poi ho litigatocon Elena. È venuto fuori che non si è affatto divertita quando è venuta all’ultimo giorno della mostra nella liuteria, non vuole imparare a suonare il violino ed era arrabbiata perché non l’avevo ascoltata e non le ero stato dietro. Mea culpae sono andato a letto con lo stomaco sottosopra e la relativa goirnata psicologicamente tetra di oggi.

Per svagarmi un po’ sono andato a fare una camminata vicino a casa visto che il tempo era abbastanza bello e tirava un venticello abbastanza fresco. Nel pomeriggio sono andato dal fiorista per mandare dei fiori a mia madre per il suo compleanno che sarà domani ma i fiori arriveranno in settimana. Ho scelto il fiorista vicino a casa perché ci conosciamo e perché posso pagare in contanti, voglio evitare di pagare con la carta di credito.

Elena ieri si è sfogata, la febbre è andata giù e adesso ha un po’ di tosse che spero le vadi via al più presto. Io sono stanchissimo e non ho voglia di fare nulla. Devo decidermi a darmi una spinta a guadagnare di più, ad avere almeno un po’ di soldi in banca e a pensare al mio futuro un po’ più seriamente.

Come posso far in modo che Elena si decida a fare qualche lavoretto perché anche lei possa guadagnare almeno un po’? Sono un po’ stanco. Sarà il malumore della giornata di oggi.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *