Al ristorante

Il sole dopo la tempesta. Oggi è stata una giornata tranquilla, nuvoloso verso la sera e con il caldo che si è rifatto sentire. La vita continua.

Il tifone di ieri ha fatto molti danni e molti negozi non sono riusciti a lavorare compreso il ristorante di un amico in cui sono andato oggi. Oggi però erano impegnatissimi, almeno a pranzo e questo mi è sembrato un segnale di ripresa. Anche per loro la vita continua.

Elena se n’è stata a casa a riposare e io a fare alcune lezioni. Ho trovato una liuteria, anzi due e ho intenzione di andarle a visitare nei prossimi giorni. A Kyoto non ce ne sono molte e vorrei avere l’occasione di fotografare i maestri mentre sono al lavoro. Di musica classica non me ne intendo molto ma sto imparando come si muovono le mani dei maestri.

Ho cominciato a leggere un altro libro in italiano tradotto dall’inglese di Giuseppe Prezzolini “L’Italia finisce, ecco quello che resta”. Anche lui acutissimo e un po’ umoristico, spiega chi sono gli italiani e come si sono evoluti fino agli anni sessanta. Come il libro precedente di Indro Montanelli, anche questo libro fa pensare, mi fa pensare alle mie origini e a quello che sto facendo.

Domani sarà una gionata un po’ lunghetta. Alla mattina andrò in piscina e alla sera a cena con degli amici e anche con Elena. La forza fisica sta pian piano tornando anche se spesso mi sento ancora spossato. Voglio vedere come sono andati gli esami del sangue che dovrebbero arrivare il prossimo mese.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *