Trentacinque gradi

Anche oggi caldo e nel pomeriggio i riflessi del sole erano pesanti. In bicicletta potrebbe andar meglio se poi accanto passano gli autobus che mandano una ventata di calore da far tramortire tutti i ciclisti.

È stata una giornata lunghetta e un po’ sottotono, non riesco ancora bene a gestire gli sbalzi di temperatura che porta l’aria condizionata dei locali.

Sto programmando la prossima lezione che farò usando il film “Manuale d’amore 3” e nel treno ho guardato il prossimo obbiettivo da comprare perché verso la metà di settembre andrò a fotografare un’orchestra. Sarà la prima volta che lo faccio e non vedo l’ora di fotografare i musicisti.

Me ne vado a letto perché sono senza forze.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *