Afa II

Beh a sto punto anche se lo scrivo e riscrivo non cambia nulla, comunque per la cronaca e come ricordo per l’estate del prossimo anno forse vale qualcosa.

Camminando per Osaka e Kyoto è come fare la sauna camminando. Quando sono arrivato a scuola ero sudato fradicio, dalla camicia alla biancheria intima più intima. Il sole picchiava abbastanza forte e molte persone hanno assistito alla sfilata dei carri del Ghion Matsuri sotto il sole rovente, davanti alle strada asfaltate che forse raggiungevano pure i cinquanta gradi. E dire che quest’anno si questa sfilata si farà due volte. Speriamo non succedano incidenti.

Nel pomeriggio sono stato alla liuteria a Osaka e ho parlato con il proprietario e i liutai per la mostra. Si è deciso che si farà a metà ottobre, durerà circa una settimana e sarò libero di appendere le foto dove voglio, almeno per quanto mi hanno detto oggi. Adesso voglio concentrarmi sulle foto e sulla stampa di queste. Un po’, no anzi molto, voglio sbizzarrirmi.

Mente ero lì ho fatto anche molte foto e mi sono sorpreso quando ho visto le foto di loro sugli scaffali dei libri. Foto in bianco e nero che avevo fatto lo scorso mese. Erano un po’ sfocate e questo mi ha sorpreso ancora di più però è sempre un onore poter fotografare le persone e poi stampare le loro foto.

Pensando alla stampa, un signore che ho conosciuto al cafè Corazon, appassionato di astronomia mi ha mandato due foto di due costellazioni che ha fatto in passato. Lo rivedrò ancora questo sabato e voglio regalargli una di quelle due foto stampata su carta speciale. Speriamo che la apprezzi.

Giovedì prossimo sarò tutto il giorno libero e mi voglio dedicare alla traduzione di una parte del libro del circolo che voglio mandare al circolo di Venezia. Sono mesi che non vado avanti con questo progetto e la spalla fa sempre male ma non posso più rimandare. Continuo ad andare alle lezioni di nuoto con risultati abbastanza promettenti. Adesso sto imparando i dorsali e questo mi fa benissimo per la spalla sinistra. Energia c’è più che in passato. Posso scrivere che sto riprendendo a vivere.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *