Un sessione fotografica

Esperienza. Si pensa di essersi preparati invece la realtà è sempre diversa.

Oggi ho passato la mattinata con una studentessa che mi ha fatto da modella. Avevo già in mente i posti e le foto e la giornata era splendida. Il cielo era azzurrissimo, la luce forte e verso le dieci in riva al fiume faceva anche caldo. Questa volta la parte più difficile è stato il cappotto bianco della modella. In passato avevo sempre qualche difficoltà a mettere la luce negli occhi delle modelle, questa volta invece ho passato molto tempo a dirigere le mani e le dita della modella perché non sembrassero “morte”. Un po’ di tensione fisica è importante e la naturalezza pure. È così che si impara, sul campo.

Sono anche contento perché fisicamente mi sono abbastanza ristabilito e sono riuscito a passare tre ore senza stancarmi più di tanto. Sembra che la dieta e i piccoli esercizi che faccio quasi ogni giorno funzionino. La mostra del Soyokaze oggi è finita e il diciassette comincia quella del Naniwa. Adesso sto preparando la pagina web per poterla mostrare alla cena di fine-mostra dove parlerò anche dello scambio culturale con il circolo “La Gondola”. Ho bisogno anche di un po’ di tempo per tradurre il libro di fotografie del circolo che è stato pubblicato lo scorso dicembre. Tutto si fa, un po’ alla volta.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali, fotografie and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *