Che cosa posso fare se studio in una scuola di lingua italiana in Italia per un anno?

Ieri sono stato alla fiera delle scuole italiane a Osaka come aiutante per la scuola Lingua viva nei Firenze. Sarebbe dovuto essere un lavoro di interpretariato ma sono stato fortunato perché il direttore della scuola di Tokyo aveva bisogno più di un aiutante che di un interprete perché il giapponese lo sa parlare bene essendo in Giappone da molti più anni di me.

Innanzitutto voglio scrivere che è stata un’esperienza interessantissima perché questa volta sono stato dalla parte della scuola e nonostante non conoscessi bene questa scuola, questa esperienza mi ha fatto vedere come tanti studenti siano interessati non solo alla lingua italiana ma anche a fare degli intership in qualche laboratorio di artigianato. Non solo lingua ma esperienza su il campo. Questo me lo hanno chiesto molti giovani universitari. Sono venuti molti adulti che vogliono studiare per un mese ma non sanno come fare per l’alloggio. Stare a casa di una famiglia italiana per un adulto può essere “pesante” quindi cercano un appartamento da condividere. A questo punto la scuola diventa un punto di raccolta e di smistamento degli studenti e questa funzione mi pare che diventerà la parte più importante del sistema. Ovviamente il nocciolo è quello dell’insegnamento della lingua italiana ma le persone vogliono ed esigono qualcosa di più.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *