Pioggia a catinelle

Il caldo imperterrito continua ma anche la vita continua. Molti in agosto vanno in vacanza e alcune studntesse dell’università mi hanno chiesto: “Ma cosa farai in agosto?” come per dire: “Se non hai nulla da fare come passerai il tempo libero?”. Naturalmente fotografando, fotografando e fotografando. Ho già un piccolo lavoro per il primo di settembre e in agosto forse riuscirò a fotografare una maestra scultrice novantenne e forse a ricominciare le sessioni fotografiche con le modelle non professioniste.

Intanto in Giappone le elezioni sono terminate una settimana fa, il Jiminto ha vinto in modo schiacciante e i giapponesi hano scelto per il partito che ha espresso più chiaramente le proprie idee e le ha mantenute. Ovviamente non è tutto rose e fiori e il popolo forse questo lo sa però questa volta si è visto che ai giovani proprio non interessa andare a votare. Non mi sono piaciute le interviste fatte ai giovani di Osaka a Doutombori. Perché solo a Osaka? I giovani sono tutti concentrati li?

Elena sta continuando con gli esami che dovrebbe finire fra due settimane. Domenica siamo andati a fare colazione in un cafè vicino a casa e abbiamo parlato per un’oretta su FB, Twitter, Line e blog e come non essere critici in modo negativo cercando di capire il perché e la funzione che hanno oggi giorno. Da li siamo passati alle passioni che hanno i giovani e alla passione per i fumetti di Elena.  Tutti nella propria vita da adolescenti abbiamo avuto le nostre passioni e non ci siamo chiesti perché ci piacessero, ci coinvolgevano e basta. Per me sono stati i libri di fantascienza, per un’amica la musica rock ascoltata con i dischi a trentatre giri. Sono tutte passioni che ci hanno aiutati a crescere e spesso come genitori ce ne dimentichiamo avendo paura che i figli poi non “studino” alla scuola. Devo dire che ci stavo quasi per cadere anch’io.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *