Finalmente!!

elenaInPosaFinalmente cosa!! Scherziamo?? No! No! Ma sono riuscito a riassaggiare le sensazioni che si provano a camminare sotto il sole cocente, con un tasso di umidità altissimo e con la voglia di fotografare. Insomma stanchissimo ma non da ricovero immediato. Un po’ alla volta mi sto riprendendo.

Dopo la solita lezione della mattina sono andato a pranzo in un ristorante vicino a Nakanoshima. Era la quarta volta e la cameriera mi fa “ohisashiburi desu ne”. Ne sono rimasto sorpreso e contento. Sorpreso che mi abbia detto quella frase: “è da tanto che non ci vediamo” e che si sia ricordata di me. Forse non è da tutti i giorni che uno straniero vadi a mangiare nello stesso ristorante per più di una volta. Ho anche mangiato bene, spaghetti ai funghi e pomodoro, con un buffet dove ci si può servire di quanto pane in abbondanza.

Ero sazio ma non con la pancia piena così ho camminato fino a Shinsaibashi per circa un’ora, dall’una e mezza alle due e mezza, fotografando quello che più mi attirava. A quell’ora, tra le strade secondarie ho visto molti rappresentanti girare con la valigia piena di documenti, uomini in automobile mentre facevano la pennichella, signorine-commesse dentro le boutique che aspettavano i clienti andando in giro a mettere a posto i vestiti. E finalmente sono arrivato.

Oggi dovevo incontrare una signora che sta organizzando un piccolo evento proprio nel cuore di Shinsaibashi. È una graphic designer e per il suo lavoro nell’arco di otto anni ha raccolto tantissimi libri di fiabe sia in francese che in italiano. Più che in francese che in italiano ma non importa. Va ogni anno a Bologna per la fiera dei libri di fiabe e per lei, come per altri giapponesi sembra, Bologna è la città dei libri per bambini, come Milano è per la moda e Venezia per il cinema. Insomma, l’evento sarà in settembre e io leggerò due libri di fiabe in italiano facendo la traduzione e prima una breve introduzione alle storie. Sarà un’esperienza sicuramente interessante e stimolante e più ancora, visto che ha saputo da questo blog e da amici che mi interesso di fotografie, mi ha chiesto di portare delle foto da appendere ai muri per mostrare il mio lavoro. Visto che uno dei libri illustrati è proprio su Venezia preparerò delle foto che ho portato alla mostra del Futari Ten. Non so ancora se potrò vendere qualcosa ma mi informerò.

Come storia del giorno non è male. Infine ce n’è un’altra che mi ha fatto capire quanto sono “vecchio”. La scorsa settimana avevo finito un rullino a diapositive e ieri me lo hanno consegnato. Oggi sono stato al negozio per “scannerizzarlo-scannarlo-scannularlo” (digitalizzarlo) e mi sono accorto che non avevo una sd-card ma solo una lentissima usb-memory. Cosa fare? A quel punto, fulminato da un colpo di genio e meno male che non ci sono rimasto!!!, mi sono ricordato che ho un po’ di megabyte sul Dropbox e ho caricato tutto li. Non più giochetti di memorie fisiche che ti metti nelle tasche e che vai a rischio di perdere o di dimenticare da qualche parte, ma tutto nell’internet, un po’ come la Apple vuole farci pensare. Dal mondo fisico al mondo effimero. Così si è più liberi e più veloci. È stata una piccola rivelazione anche se penso che per molte persone ormai sia come respirare: non ci si pensa affatto.

E infine, una grande notizia: mia figlia mi ha dato il permesso di mettere una sua fotografia su FB e anche sul blog. Me lo ha dato un po’ controvoglia del tipo: “Va beh, se non riesci a fare di meglio!” ma ne sono felice ugualmente!!

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Finalmente!!

  1. Ciao Fabio, sono contento che Tu stia meglio. Solo una cosa, la mostra dei libri per ragazzi di Bologna, evento davvero imperdibilibe per gli addetti ai lavori, e’ rigorosamente vietata ai minori di 18 anni ed anche ai normali visitatori. Come si spiega questo? Che peccato. Fabrizio

  2. Ciao Fabio, sono contento che Tu stia meglio. Solo una cosa, la mostra dei libri per ragazzi di Bologna, evento davvero imperdibilibe per gli addetti ai lavori, e’ rigorosamente vietata ai minori di 18 anni ed anche ai normali visitatori. Come si spiega questo? Che peccato. Fabrizio
    http://www.bookfair.bolognafiere.it/home/878.html

    • fabiosalvagno says:

      Ciao Fabrizio
      non lo sapevo. Grazie per l’informazione. Domani chiedo delucidazioni alla
      responsabile e poi scrivero` sul blog.
      Grazie ancora.
      Fabio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *