Croazia e il mare Adriatico

La scorsa notte ho ricevuto un messaggio al telefonino da un’amica che attualmente si trova in Croazia. Mi scrive che l’Adriatico è sempre bello da vedere e non fa per niente caldo. Le ho risposto che nel Kansai si fa fatica a respirare perché sia la temperatura che l’afa sono alte.

Un po’ ho ricominciato a fotografare ma solo per alcuni minuti al giorno. Un amico mi ha invitato a fare un giro fotografico a Nara ma per il momento alla domenica preferisco stare con Elena e rilassarmi in un cafè a chiacchierare.

Nel pomeriggio sono stato in un cafè con alcuni studenti per festeggiare la fine del corso di italiano. Alcune ragazze vogliono andare in Italia il più presto possibile e una partirà a fine mese per due settimane di studio e per andare in giro a vedere se riesce a trovare oggetti antichi da importare in Giappone o se possibile aprire un negozio di antiquari da qualche parte in Europa. Ognuno con i propri sogni e una signora che fra due anni andrà in pensione mi fa: “mi mancano ancora due anni. Adesso cerco di lavorare sodo e quando andrò in pensione voglio passare almeno un mese in Italia, questa volta da sola o in compagnia di un’amica. Non voglio girare con i soliti gruppi turistici.” Tanta passione il desiderio che esaudirà nel duemila e quindici. Ho azzardato un “ragazze avete il passaporto? Allora domani mattina ci troviamo all’aeroporto internazionale del Kansai con solo il passaporto e la carta di credito. “ tutte si sono messe a ridere eppure facevo quasi sul serio.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *