Basshi

Oggi all’ospedale il dottore mi ha tolto i punti. Diciamo che non sono ancora guarito e che ci sono ancora dei piccoli problemi ma tutto sommato posso cominciare a respirare un po’ meglio, in tutti i sensi, che non la scorsa settimana. Ci vorranno ancora alcuni giorni prima che la ferita si rimargini ma sono fiducioso per questo.

Ieri sono andato dal barbiere, a piedi perché non posso ancora salire in bicicletta. Ho raccontato la mia storia del ricovero, del Futari Ten e abbiamo parlato poi delle rispettive situazioni economiche. Devo ammettere che ho sentito una specie di sarcasmo molto lontano, celato del tipo “Ma che caz… fai? Non sei più così giovane da fare pazzie come questa!”. Comunque sia, il taglio di capelli è il solito, niente di speciale, e sono uscito dal negozio un po’ sollevato e leggero. Camminando per la stradina che porta al barbiere mi sono accorto di una casa nuova e guardando bene, sulla finestra in alto ho visto un violino appeso come nella liuteria che frequento a Osaka per le foto. Leggendo bene ho visto che anche questa è una liuteria e dopo una piccola ricerca ho visto che il liutaio Amano Toshikazu ha praticato anche a Cremona.

Uno di questi giorni voglio passare per un saluto, magari in italiano. Chissà che non diventeremo pure amici.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *