Una serata a fotografare

Provare è importante e ho voluto chiedere a una giovane modella se gentilmente poteva camminare con me per il centro di Kobe per essere fotografata almeno fino alle nove di sera. Non avevo delle idee dettagliate ma avevo portato delle foto a cui volevo ispirarmi.

Per la parte tecnica non ho avuto problemi, per la fotografia in se stessa, mi sono trovato un po’ spaesato e con poche idee e altre poche idee che affioravano mentre chiedevo alla modella di posare.

In questi giorni la differenza di temperatura tra la mattina presto e il pomeriggio è di circa dodici-tredici gradi e non si sa come vestirsi. Da qualche parte si possono vedere i primi boccioli di ciliegi e molto mi dicono che quest’anno fioriranno prima del previsto e che a metà di aprile saranno già sfioriti.

A casa il ciliegio, o meglio la principessa ciliegina, ha scoperto la gioia di disegnare con il suo ipad e in due giorni ha disegnato per circa dodici ore. Cerca di fare qualcosa e sente anche lei la primavera. Per stimolarla un po’ ultimamente le scrivo i messaggi in inglese così si sforza un po’ a rispondermi. Ancora due anni fa quando lo faceva, nella risposta andava in crisi e a metà scriveva in giapponese. In questi giorni però tutta la risposta è in inglese.

Intanto i preparativi per la lezione prova di italiano sono agli sgoccioli. Martedì prossimo alle 19:30, per un’ora al Don Center a Tanmabashi faremo questa lezione con le prime scene del film “Immaturi”. Per il momento facciamo, io e una collega, pubblicità solo su FB ma colgo l’occasione di scriverlo anche qui, come ricordo per i corsi futuri.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *