Vendere le foto, le foto sono da vendere? Sì e poi sì.

“è impossibile venderle”

“Nessuno le vuole comprare”

e altre frasi ancora. Sono tutte frasi che ho sentito da molte bocche, anche da professionisti che sono riusciti a vendere negli Stati Uniti. Ora, perché le foto non si vendono? Dove sta scritto? Nei dieci comandamenti non c’è scritto, questo è per certo e nemmeno il Papa ha osato vietarlo (a parte quelle pornografiche ma si sa che queste sono una grandissima parte del mercato e vendono bene, fin troppo bene).

In questi giorni sto cercando di parlare di questo con i membri del circolo e di altri circoli che non solo se ne intendono di fotografia ma che usano la fotografia per esprimere qualcosa. Circoli a cui fanno parte professori di università delle belle arti, professionisti che lavorano nel campo della pubblicità. Sarà una mia svista ma qui in Giappone, e sicuramente nell’area del Kansai, secondo me, il livello del mondo fotografico è molto alto. Non sto solo parlando dell’atto fotografico ma anche dela parte tecnica come l’uso del tipo di carta, dell’inchiostro per le stampe e della cornice.

Vorrei che in ogni mostra fotografica ci fosse il prezzo della fotografia sotto ogni foto con naturalmente il nome dell’autore e la sua firma dietro o sulla foto. Forse voglio un po’ troppo ma tentarci non costa nulla.

Sto anche tentando di avvicinare il circolo fotografico La Gondola di Venezia con il Naniwa Shashin Club di Osaka. Per il momento spero in uno scambio epistolare ma spero in almeno una mostra fotografica di entrambi i gruppi in entrambe le città e per di più ospitate da musei. Magari ci scappa una mostra al MOMA di New York.

(Beh, il sogno è meglio farlo più grande possibile, no?)

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *