In gamba, mi raccomando

Anche oggi prima di tutto il mio pensiero va a tutte le persone che ora soffrono e stanno in ansia per questo sciame di terremoti che non si decide a calmarsi. È vero che i terremoti non possono andare avanti per sempre e che una volta scaricata la tensione accumulatasi nelle fascie si dovrebbe tornare alla normalità.

Questa è solo una mia supposizione ed esperienza personale da questa parti. Un fatto che ho sempre trovato utile è quello di informarmi sui possibili terremoti e sui probabili danni. Inoltre la parte più critica spesso non sono i crolli ma l’indebolimento o il blocco delle reti di comunicazione sia terrestre che virtuale. Le persone hanno bisogno di sapere che cosa sta succedendo, basta anche una radio e se possibile un accesso gratuito alla rete internet possibile con i telefonini. Mandare i messaggi agli amici o anche scrivere quacosa su twitter di se stessi e delle persone che si hanno intorno, specialmente gli anziani e i bambini che sono sempre i più deboli.

Lo scorso anno in Giappone a causa del grande terremoto e del tsunami anche nella regione del Kansai (Kyoto, Osaka, Kobe, Nara) si è avuto difficoltà a trovare generi alimentari e perfino l’acqua minerale. Tutte le risorse erano state dirette verso le zone colpite dal sisma. Tenete duro e fate di queste ore un’esperienza che insegni.

Tra una notizia e l’altra, ieri sono andato al Nikon Salon per portare le mie fotografie alla mostra che è cominciata proprio oggi. Un’amica mi ha prestato la sua stampante mentre un altro amico mi ha prestato le cornici (non proprio da fotografie) per la mostra. È risultato tutto un po’ troppo chiaro, forse troppo leggero ma anche questa è comunque un’esperienza. Tutti gli amici del club mi hanno consigliato di farmi le cornici pensando a quali foto ci mettrò: “D’ora in poi avrai tante occasioni di fare mostre fotografiche collettive e se hai le tue cornici sarà tutto molto più semplice.” Hanno ragione, un po’ alla volta si impara.

Elena si sta impegnando sia a scuola che con il circolo di letteratura giapponese. La prossima settimana presenterà una composizione fatta in collaborazione con una sua amica. La stagione delle piogge si sta avvicinando. Dopo ci sarà una lunga e spero bellissima estate per tutti.

About fabiosalvagno

Un italiano veneziano stabilitosi a Kyoto nel 1991. Dopo molte vicissitudini e la perdita di mia moglie, vivo con mia figlia Elena di sedici anni. Amo da morire fotografare e il mondo della fotografia.
This entry was posted in Esperienze personali and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *